FINALITÀ

Sostenere gli interventi di efficientamento energetico promossi dalle micro e piccole imprese artigiane lombarde del settore manifatturiero che, a seguito dell’aumento dei costi dell’energia, aggravati anche dalla crisi internazionale in corso, vedono ulteriormente esasperato il contesto economico proprio nella fase di ripresa dalla crisi economica da Covid-19.

 

DOTAZIONE FINANZIARIA 22.326.809,93 €

 

SOGGETTI BENEFICIARI

Micro e piccole imprese che alla data di presentazione della domanda di contributo siano in possesso dei seguenti requisiti:

  1. a) abbiano una sede, legale o operativa, in cui si svolge il processo produttivo ed oggetto dell’intervento, in Lombardia, come da visura camerale;
  2. b) siano regolarmente iscritte e attive nel Registro delle Imprese da oltre 12 mesi e risultino attive nell’Anagrafe Tributaria dell’Agenzia delle Entrate;
  3. c) siano imprese artigiane iscritte alla sezione speciale del Registro Imprese delle Camere di Commercio aventi codice Ateco 2007 della sezione C (attività manifatturiere) come risultante da visura camerale ovvero dall’Anagrafe Tributaria dell’Agenzia delle Entrate; sono comunque ammissibili le imprese artigiane agromeccaniche iscritte alla sezione speciale del Registro Imprese delle Camere di Commercio (codice Ateco sezione A 01.61.00) e all’Albo delle imprese agromeccaniche di Regione Lombardia, in attuazione del decreto n. 1132 del 17 febbraio 2015, ai sensi della l.r. 31/2008 art. 13 bis;

 

TIPOLOGIA ED ENTITÀ DELL’AGEVOLAZIONE

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto del 50% delle spese ammissibili, con un investimento minino di 15 mila euro e un contributo massimo di 50 mila euro.

 

INTERVENTI FINANZIABILI

Sono ammissibili investimenti per l’efficientamento energetico del sito produttivo di un ammontare minimo pari a euro 15.000,00, da realizzare unicamente presso una sola sede legale o operativa, in cui si svolge il processo produttivo e oggetto dell’intervento, presente in Lombardia e da rendicontare entro e non oltre il 31 marzo 2023.

L’efficientamento energetico del sito produttivo (individuato dall’impresa quale sede di

realizzazione dell’investimento) e del ciclo produttivo deve essere attestato da un tecnico iscritto

al proprio ordine professionale competente per materia, che deve concordare con l’impresa gli

interventi da realizzare e valutare i consumi pre e post-intervento e la relativa riduzione, nonché

l’eventuale produzione di energia da fonti rinnovabili.

 

Per tecnico si intende un soggetto che abbia i seguenti requisiti:

1) sia iscritto, al momento della presentazione della relazione, all’albo riferito ad uno dei seguenti

ordini professionali vigilati dal Ministero della Giustizia:

  1. a) Dottori Agronomi e Dottori Forestali;
  2. b) Agrotecnici e Agrotecnici laureati;
  3. c) Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori;
  4. d) Geologi;
  5. e) Geometri;
  6. f) Ingegneri;
  7. g) Periti agrari e Periti agrari laureati;
  8. h) Periti industriali e Periti industriali laureati;

2) non abbia vincoli di dipendenza con il soggetto richiedente.

 

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili, al netto dell’IVA, le spese strettamente funzionali all’efficientamento energetico del sito produttivo relative alle seguenti voci:

  1. a) acquisto e installazione di collettori solari termici e/o impianti di micro-cogenerazione con potenza massima di 200 kWel;
  1. b) acquisto e installazione di impianti fotovoltaici per l’autoproduzione di energia con fonti rinnovabili;
  1. c) acquisto e installazione di macchinari e attrezzature in sostituzione dei macchinari e delle attrezzature in uso nel sito produttivo;
  1. d) acquisto e installazione di caldaie ad alta efficienza a condensazione, a biomassa5 ovvero pompe di calore in sostituzione delle caldaie in uso;
  1. e) acquisto e installazione di sistemi di domotica per il risparmio energetico e di monitoraggio dei consumi energetici;
  1. f) acquisto e installazione di apparecchi LED a basso consumo in sostituzione dell’illuminazione tradizionale (a fluorescenza, incandescenza o alogena, etc.) (c.d.relamping);
  1. g) costi per opere murarie, impiantistica e costi assimilati nel limite del 20% delle precedenti lettere da a) a f) che costituiscono spesa ammissibile solo se direttamente correlati e funzionali all’installazione dei beni oggetto di investimento;

 

N.B. sono ammissibili le spese fatturate dalla data di approvazione della D.G.R. n. XI/6307 del 26 aprile 2022 e quietanzate a partire dal giorno successivo alla data di presentazione della domanda e fino alla data di presentazione della rendicontazione;

Sono ammessi i pagamenti in acconto prima della data di presentazione della domanda solo se effettuati dopo la data di approvazione della D.G.R. n. XI/6307 del 26 aprile 2022 e se chiaramente riferibili ad un successivo pagamento a saldo effettuato dopo la data di presentazione della domanda.

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

La presentazione della domanda di contributo deve avvenire esclusivamente online sulla piattaforma Bandi online attraverso le due fasi e le tempistiche di seguito descritte:

FASE 1: inserimento da parte di un Tecnico individuato dal soggetto richiedente della

Relazione tecnica, a partire dalle ore 12:00 del 9 giugno 2022 e comunque entro e non oltre la chiusura dello sportello di cui alla FASE 2.

 

FASE 2: presentazione della domanda di contributo da parte del soggetto richiedente a partire dalle ore 12:00 del 28 giugno 2022 sino ad esaurimento della dotazione finanziaria.

 

TIPOLOGIA DI PROCEDURA  

Valutativa a sportello, secondo l’ordine cronologico di invio al protocollo di invio delle domande.

 

[dt_button link=”http://www.1718352502-03ab3a146c4ad614.wp-transfer.sgvps.net/wp-content/uploads/2022/06/AllegatoA_decreto7797_BURL.pdf ” target_blank=”true” button_alignment=”default” animation=”fadeIn” size=”medium” style=”default” bg_color_style=”default” bg_hover_color_style=”default” text_color_style=”default” text_hover_color_style=”default” icon=”fa fa-chevron-circle-right” icon_align=”left”]CLICCA QUI PER LEGGERE IL BANDO[/dt_button]

 

PER INFORMAZIONI

Responsabile Area Bandi e Competitività

Tiziana Zecca ?0382.433134  –    ️: t.zecca@cnapavia.it

Claudia Salemme ?0382.433135   –   ✉️:  c.salemme@cnapavia.it